Bando "marchi storici"

ancora fondi a disposizione

31/08/2017

Il bando, relativo alla valorizzazione dei “marchi storici”,  pubblicato il 29 dicembre 2016, ha ancora risorse  a disposizione.

Detto bando prevede contributi fino a 120 mila euro a impresa per progetti di valorizzazione di marchi depositati prima del 1° gennaio 1967.

Fra le attività agevolabili rientrano l’estensione del marchio all’estero, la registrazione del marchio per ulteriori prodotti e servizi, l’assistenza legale in caso di contraffazione, le sorveglianze e le ricerche di anteriorità.

Il bando ha la finalità di sostenere e rilanciare marchi nazionali “storici” finanziando progetti di valorizzazione tramite l’agevolazione di spese per l’acquisto di servizi specialistici esterni e di beni strumentali ad uso produttivo.

Possono presentare domanda le medie, piccole e micro imprese che abbiano sede legale e operativa in Italia. La domanda può essere presentata o dal titolare del marchio oppure dal titolare di un accordo di licenza esclusiva e totale per l’uso del marchio.

I progetti devono riguardare:

• marchi registrati presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) o presso l’Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale (EUIPO) con rivendicazione di preesistenza dei marchi registrati presso l’UIBM, che non siano estinti per mancato rinnovo o decadenza, e la cui domanda di primo deposito presso l’UIBM sia antecedente al 1 gennaio 1967, e

• prodotti/servizi afferenti l’ambito di protezione del marchio stesso, con riferimento alle classi di appartenenza dei prodotti/servizi per le quali è registrato.

Ciascuna impresa può presentare più richieste, ognuna delle quali deve avere ad oggetto un marchio diverso.

I progetti devono prevedere obbligatoriamente una fase1: “Valorizzazione produttiva e commerciale del marchio”;
e una fase 2, facoltativa : “Servizi di supporto al rafforzamento del marchio” fra i quali l’estensione del marchio a livello comunitario e internazionale, la registrazione dello stesso marchio in ulteriori classi di prodotti o servizi, l’assistenza legale contro la contraffazione, le sorveglianze e le ricerche di anteriorità.

L’importo massimo dell’agevolazione per impresa è di 120 mila euro e sono previsti contributi in conto capitale fino a un massimo dell’80% delle spese ammissibili.

Si tratta di un’opportunità unica per le aziende che possono vantare i requisiti sopra esposti e che vi invitiamo a considerare attentamente.

I funzionari di Mantova Export sono a disposizione per maggiori informazioni.

 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner